Un addio originale.

Eccomi qui, scusate l’assenza ma è stato un periodo intenso: tanti cambiamenti, tante emozioni…
perché anche le belle emozioni scombussolano, aprono la strada a mille interrogativi, a mille idee…le forti emozioni smuovono!
E io sono appena passata da una esperienza molto bella, dove ho scoperto un lato di me che non mi aspettavo, sensazione di calore, di coinvolgimento forte…
littlebrideSiamo ormai a metà Maggio e si sà, inizia il periodo dei matrimoni, e capita di ritrovarsi con in mano compiti importanti, come l’organizzazione di un addio al nubilato, il sostegno di una persona a noi molto cara, o magari si è invitati o ancora di più testimoni di una bella unione.
Voglio a questo proposito condividere con voi il mio percorso verso il matrimonio di Carlotta, che per me è come una sorella minore.
Il primo compito per me in ordine di tempo è stata l’organizzazione dell’addio al nubilato, con più di un mese di anticipo, perché si sa…all’ultimo le spose hanno troppi troppi impegni.
Parole d’ordine: basta con i soliti addii, basta con gli spogliarelli e i falli ovunque! Buttare via tutti gli standard e pensare alla persona!
Con questo buon proposito mi sono avvicinata a questo giorno: volevo che fosse il suo giorno più bello…con le amiche!
Perché il giorno più bello, dovrebbe essere il matrimonio, giusto?
*
Here I am, sorry for the absence but it was a busy time: so many changes, so many emotions …
because even the good emotions confuse, they open the door to a thousand questions, a thousand ideas … arouses strong emotions!
And I’m just passed by a very nice experience, where I discovered a side of me that I did not expect, warm feeling, a strong involvement …
Now we are in mid-May, and you know, begins the period of marriages, and happen to be involved in important tasks, such as organizing a bachelorette party, the support of a person very dear to us, or maybe you are invited or even more witnesses of a beautiful union.
I want to about it to share with you my journey to the wedding of Carlotta, which to me is like a younger sister.
The first task for me in order of time was the organization of the bachelorette party, with more than a month in advance, because you know … brides have too many too many commitments.
Slogan: stop with the usual bachelorette parties, only with the striptease and phalluses in every where! Throw away all standards and think about the person!
With this good intention I approached to this day: I wanted it to be his best day … with her friends!
Because the best day, should be marriage, right?

*

Dopo aver ricevuto la super lista dei contatti di Carlotta, super ordinata, super precisa…insomma la mia sposina non è mica pizza e fichi, come direbbe un caro amico…ho contattato le ragazze e proposto qualcosa che potesse stare nel budget e nei tempi utili un po’ per tutte.
Dopo un’attenta valutazione abbiamo optato per “una giornata chic a Milano”, mi diverte fissare un tema, fa molto evento 😀
Oltre al tema, abbiamo trovato qualcosa da poter indossare tutte…la solita maglietta?Spille? Certo che no! Un nastro rosso con pois bianchi perché Carlotta è alittlemushroom, quindi un bel funghetto!
Ammetto che la mia ricerca sui locali/luoghi secondo me più adatti alla situazione è durata poco, un po’ perché ero già partita con delle idee, un po’ perchè ho subito trovato delle ottime informazioni cercando online, d’altronde Milano è una città davvero ricca di ottime idee.
Ne ho approfittato per ritagliarmi un paio di momenti con Carlotta, un po’ come Virgilio, che introduce Dante…non saremo un po’ presuntuosi qui??? 😀
*
cheesecakeAfter receiving the super contact list of Carlotta, super neat, super precise … well my bride is not pizza and figs, as would say a dear friend … I contacted the girls and I have proposed something that could fit in the budget and in the useful times a bit for all.
After careful consideration we opted for “a chic day in Milan”, give a theme to the party amuses me, it’s very event : D
In addition to the theme, we found something we all can wear… the usual t-shirt? Pins? Of course not! A red ribbon with white polka dots, because Carlotta is alittlemushroom, so a nice little mushroom!
I admit that my research on the locations / options the most suitable for the situation did not last long, a little because I had already some ideas, a little’ because I immediately found some good information by searching online, moreover Milan is a city really full of good ideas.
I took the opportunity to carve out a couple of moments alone with Carlotta, a bit ‘as Virgil, who introduces Dante…I will not be a bit presumptuous here ??? 😉

*

Le migliori giornate partono con una colazione, e quale migliore colazione per noi se non Di viole di liquirizia?Piccolo, accogliente, colorato e Carlotta adora la cheesecake…qui è davvero ottima! A riguardare la foto mi viene ancora l’acquolina in bocca. Un vero momento di delizia.
Una volta divorato la cheesecake, che è anche discretamente saziante, ho deciso di far fare a Carlotta un giretto per Brera e per la zona più fashion divillanecchi Milano, per depistarla completamente e portarla alla prossima destinazione: Villa Necchi Campiglio, patrimonio Fai, dietro San Babila.
L’effetto sorpresa è riuscito e ci siamo aggregate a una visita guidata.
Ho scelto questa villa perchè possiede secondo me tutto quel fascino retrò ed eleganza che ci si aspetterebbe di trovare in case di questo tipo,un eleganza senza eccessi, un ambiente piacevole e poi… è sempre bello, per chi come noi ama la moda, vedere che un tempo certi capi, di case come Hermes, erano direttamente dedicate a persone come quelle che hanno abitato qui…è molto chic, non trovate 😉
*
The best days start with breakfast, and what better breakfast for us : Di viole di liquirizia? Small, cozy, colorful and Carlotta loves the cheesecake … here is really good! If I see the photo, I still want it. A true moment of delight.
Once we devoured the cheesecake, which is also fairly satiating, I decided to do a walk around Brera and for the most fashionable area of Milan, to completely sidetrack Carlotta and bring it to the next destination: Villa Necchi Campiglio, heritage Fai, behind St. Babila.
UnghieThe surprise effect has succeeded and we joined to a guided tour.
I chose this villa because it has all the retro charm and elegance you would expect to find in houses of this type, an elegance without excess, a pleasant environment and then … it’s always nice for those of us who love fashion to see that a time some clothing, of houses like Hermes, were directly dedicated to people like those who lived here … is very chic, do not you;)

*

Da San Babila ci dirigiamo verso Porta Venezia, qui incontreremo Laura, una ragazza che non conoscevo ancora, ma con cui sono entrata subito in sintonia, per raggiungere Violette in via Panfilo Castaldi: una nail room davvero carina, un angolo di tranquillità…quasi sempre. La proprietaria è Helena Komarova, una famosa make up artist. Fare la manicure in compagnia e perdersi in chiacchiere mentre lo smalto si asciuga è davvero uno spasso. Un’ora trascorsa e nemmeno ce ne siamo accorte, ma ormai era arrivato il momento…dell’aperitivo!

Se c’è un posto che amo per fare l’aperitivo è Bicerin e logisticamente è vicinissimo a Violette…negli addii la logistica è di estrema importanza, per nonbicerin
perdere nemmeno un attimo.
Bicerin è il tipico posto dove ti senti subito a casa, i proprietari gentilissimi ti fanno amare quello che gusti e ti senti coccolato.
Essendo una giornata speciale, non potevamo che scegliere Champaaaagne, il primo bicchiere è finito subito…buono, fresco, ha dato subito i primi segni di allegria, soprattutto a Carlotta che non è abituata a bere, era particolarmente euforica, per la nostra gioia.

Il secondo bicchiere è stato il migliore: gesticolando la futura sposina, con una mossa di Karate, ha steso il bicchiere 😀
Qui ho avuto modo di vedere ancora una volta la gentilezza e l’attenzione dei ragazzi di Bicerin, che hanno subito tolto i cocci e hanno risposto con una bella frase:

“Ti stavi divertendo quando è successo? Allora va bene così”

Ho molto apprezzato, sia la frase che la cura verso il cliente, una cosa ormai diventata piuttosto rara, ma d’altronde Bicerin è così accogliente grazie proprio alla loro attenzione.
Finito il nostro champagne, ci siamo preparate e via verso la prossima meta…ma prima un bel selfie per immortalare il momento e l’euforia!violette
*
From San Babila we head towards Porta Venezia, here we meet Laura, a girl who I did not know yet, but with which I entered immediately in tune, to reach Violette in Via Panfilo Castaldi: a nails room really nice, a quiet corner … almost always. The owner is Helena Komarova, a famous make-up artist. Do the manicure in good company and lost in conversation while the glaze dries is really a hoot. An hour passed and before we realized it,it was time … of the happy hour!

If there is a place that I love to make the happy hour is Bicerin and logistically it is very close to Violette … for the bachelorette party the logistics is extremely important, to not miss a moment.
Bicerin1Bicerin is the typical place where you feel immediately at home, the kind owners make you love what you taste and you feel pampered.
Being a special day, we could only choose Champaaaagne, the first glass is over soon… good, fresh, immediately gave the first signs of joy, especially Carlotta which is not used to drinking, was particularly euphoric, for our joy.
The second glass was the best: the future bride, with a karate move, he stretched out her glass : D
Here I got to see once again the kindness and attention of Bicerin boys, they taken off the glass pieces and have responded with a phrase:

“Were you having fun when it happened then that’s OK”

I appreciated it very much, is the phrase that shown me the care to the guest, a thing that has become quite rare, but on the other hand Bicerin is so warm precisely due to their attention.
Finished our champagne, we prepared to the way to the next destination … but first a selfie to immortalize the moment and exhilaration!
*

selfie

Ed eccoci qua, arrivati…ultimo ma non ultimo passo di una giornata ricca di emozioni:
Carlo e Camilla in segheria…questo ristorante, che avevo già testato con piacere era stato il primo pensiero di Carlotta come location per la cena del matrimonio, poi scartata per motivi logistici. carloecamilla1Quale miglior modo per farglielo provare?
La serata è stata ulteriormente animata dalla presenza di due nuove fanciulle, a capotavola la futura sposina provava l’ebrezza di portare il velo.
Divertente trovarsi a chiacchierare di tutto con persone appena conosciute, scambiare opinioni, prendersi in giro, ridere di gusto, come se ci si conoscesse da sempre.
Tra cibo, vino, commenti di vario genere sulle posizioni del Kamasutra illustrate nel regalo per Carlotta, risate, e cocktail ribaltati (Carlotta non poteva rinunciare a battezzarci tutte :D) la serata è volata e siamo dovute scappare per paura che il parcheggio chiudesse…per fortuna la nostra Schumi Laura ci ha portato al traguardo appena in tempo.
*
Here we are, arrived … last but not the least step of an exciting day:
Carlo e Camilla in segheria… I had already tested this restaurant with pleasure, it was the first thought of Carlotta as a location for wedding dinner, then discarded for logistical reasons. What better way to let her try it?
The evening was further enlivened by the presence of two new girls. At the head of table, the future bride felt the thrill of wearing the veil.
Was so funny to get together to chat about everything with people just met, to exchange opinions, poke fun, laugh out loud, as if we had always known us.
Between food, wine, various comments on the positions outlined in the Kamasutra book that we gifted to Carlotta, laughter, and the cocktails overturned (Carlotta could not give up baptize us all: D) the evening flew away and we had to flee for fear that the car park is closed … thankfully our Schumi Laura took us to the finish line just in time.

*

E’ stato uno spasso! Quel giorno è rimasto nella mia memoria come una luce brillante…uno scintillio di risa…un bel ricordo. Io credo e spero che  sia stato lo stesso per tutte.

Penso che infondo un addio al nubilato non abbia bisogno d’altro che essere questo, un giorno spensierato in mezzo ai mille impegni, soprattutto durante i preparativi del matrimonio.carloecamilla
E voi cosa ne pensate? Raccontatemi le vostre esperienze.

La prossima volta riprenderò l’articolo sul make-up partendo da qui, con il trucco da invitata a un matrimonio…e perché no, come abbinarlo al vestito giusto.
*
It ‘ was a hoot ! That day has remained in my memory as a bright light … a twinkle of laughter … a beautiful memory . I believe and I hope it was the same for all .

I think that a bachelorette party does not need anything more than to be this , a carefree day in the midst of a busy schedule , especially during the wedding preparations .
And what do you think? Tell me about your experiences.

Next time I will start from here speaking about the make-up for invited to a wedding … and why not , how to match the right dress .
*carloecamilla2

Amico mio, accanto a te non ho nulla di cui scusarmi, nulla da cui difendermi, nulla da dimostrare: trovo la pace… Al di là delle mie parole maldestre tu riesci a vedere in me semplicemente l’uomo – Antoine de Saint-Exupery

kiss
Liza

A friend is someone who knows all about you and still loves you.
― Elbert Hubbard

Leave a Reply